31. Juli 2020

Tranquilli, chiedete al concierge della Svizzera: Stefano Bertalli

Lui sa quasi tutto... e se non lo sa, sa sempre a chi deve chiedere. Il concierge di un hotel 5 stelle Superior come lo Gstaad Palace è il fulcro attorno a cui ruotano tutte le richieste, persino le più insolite. Nella sua ultima edizione, la rivista economica svizzera BILANZ ha nominato Stefano Bertalli «Concierge dell’anno 2020». Allo stesso tempo, l’hotel di fama mondiale di Gstaad si è meritato il secondo posto nella classifica dei migliori hotel svizzeri per le vacanze .

“Tranquilli, chiedete a Stefano Bertalli”: questo il mantra che risuona nello Gstaad Palace, non solo per gli ospiti, ma anche per partner, fornitori, colleghi o amici della struttura. L’esperto concierge piemontese occupa il suo posto dietro al desk del Palace ormai da 18 anni. Con la pazienza di un santo consegna agli ospiti chiavi, corrispondenza, mazzi di fiori e molto altro. Ma soprattutto, Stefano - che parla fluentemente quattro lingue (tedesco, italiano, inglese e francese) - è un’enciclopedia ambulante. Come prenotare una lezione di sci con un maestro di celebrities? O montare sulla romantica carrozza trainata da cavalli per recarsi nella Lauenental? O, ancora, come trovare un posto nel night club «GreenGo»? Stefano Bertalli è sempre disponibile con anima e corpo. E proprio per la sua enorme disponibilità, la rivista economica leader BILANZ l’ha nominato “Concierge dell’anno 2020” nella sua ultima edizione. «Siamo molto orgogliosi di Stefano e di questo riconoscimento. Stefano è un pilastro della nostra famiglia qui al Palace: è lui che tiene insieme le fila e il suo fare tranquillo, unito al suo senso dell’umore, fanno di lui una persona di fiducia di prim’ordine», sentenzia felice Andrea Scherz, direttore generale e proprietario dello Gstaad Palace, uno dei pochi hotel in Svizzera ad essere gestito con successo nella terza generazione. A Stefano Bertalli piace, tra l’altro, svolgere il ruolo di protagonista. Ad esempio nel 2015, lo spiritoso nativo del Nord Italia ha recitato come attore protagonista nel film «Jules e Jim», che ai Corporate Media & TV Awards di Cannes si era addirittura meritato due secondi posti nelle categorie «Miglior film» e «Miglior Corporate Film».

Massimo punteggio e medaglia d’argento

Lo Gstaad Palace ha ottenuto il massimo punteggio nella classifica di «BILANZ» anche come uno degli hotel per le vacanze più belli di tutta la Svizzera: occupa così un rispettabile secondo posto, solo dietro al Castello del Sole di Ascona – l’anno scorso l’ordine era esattamente opposto. «Ci rallegriamo molto per i nostri buoni amici ticinesi, congratulazioni al team del Castello del Sole per questo ottimo risultato! Manteniamo un rapporto alquanto stretto e spesso ci “prestiamo” i collaboratori stagionali», spiega Andrea Scherz. Questa stagione estiva allo Gstaad Palace durerà ancora fino al 6 settembre 2020; dopodiché la struttura riaprirà in inverno, il 21 dicembre 2020 e fino all’8 marzo 2021 – naturalmente con Stefano Bertalli al fronte.

Newsletter