Gstaad Palace
Gstaad Palace

Palace Green

Prese elettriche per ecoauto

Qualora foste il felice proprietario di un'ecoauto, vi informiamo che abbiamo installato due nuove prese elettriche, una nel garage e l'altra di fronte all'entrata del Gstaad Palace per la ricarica delle batterie.


Una prenotazione carbonio-neutra

Ampliate i vostri orizzonti senza ingrandire la vostra impronta di carbonio.

Gstaad Palace è affiliato al gruppo Leading Hotels of the World, Ltd. (LHW) primo brand di lusso, che non solo propone ai consumatori la possibilità di vivere un'esperienza di viaggio carbonio-neutra, ma anche di apportare il proprio contributo finanziario alla riduzione dei consumi. Siamo lieti di sottoscrivere all'impegno finanziario alla Sustainable Travel International (STI), il non profit leader nel settore del turismo sostenibile, per contrastare gli impatti ambientali della permanenza dei nostri ospiti (per esempio l'uso dell'elettricità in camere e nelle aree comuni) durante il loro soggiorno al Gstaad Palace.

Anche se non risolve il problema del mutamento climatico, è comunque il nostro primo contributo alla riduzione dell'emissione di gas ad effetto serra.

Fate la vostra prenotazione carbonio-neutra >ora<


Ecologici con la Rete locale di riscaldamento

La storia del riscaldamento è stata scritta nel Gstaad Palace in dicembre: il primo kilowattora prodotto dal distretto di Saanen-Gstaad è stato simbolicamente inaugurato con il riscaldamento a pavimento nell'ambito della ristrutturazione dell'Hotel in segno di una nuova concezione della produzione di calore in tutta la regione. Dopo solo due mesi di lavori ed un ingente investimento di CHF 650.000 nel Gstaad Palace, il primo cliente ha potuto usufruire del riscaldamento ottenuto grazie all'energia rinnovabile localmente.

Non è comunque la prima volta che l'hotel utilizza il legno per il riscaldamento. Durante la Seconda Guerra mondiale, poichè il carbone cominciava a scarseggiare, l'albergo fu obbligato ad adottare la legna come primo materiale di riscaldamento. Negli anni cinquanta si è poi optato per il riscaldamento a nafta. Circa 60 anni dopo, l'Hotel è nuovamente riscaldato a legna.

"Ecologia non è nè una parola straniera nè una malattia, l'ecologia è la strada giusta verso il futuro " afferma Andrea Scherz, General Manager. In tutto il distretto di riscaldamento, la qualità dell'aria nel Saanenland migliorerà sensibilmente, e si risparmieranno 270'000 litri di nafta consumati annualmente dall'Hotel.


Print page