Hotel - Novità stampa

Sempre ben informati.
I nostri attuali
comunicati stampa.

Yoga in the Mountains

La dimora cinque stelle lancia un nuovo retreat in cooperazione con il noto Wellbeing & Lifestyle Club Grace Belgravia.

14.04.2016

“Siamo molto lieti del nuovissimo tipo d’offerta sanitaria della nostra casa”, così afferma Andrea Scherz, proprietario e general manager nella terza generazione. “Le tendenze urbane dal mondo wellness e lifestyle, unite a pratiche yoga di antica tradizione nel cuore di una natura incontaminata, rappresentano il miglior prerequisito per soddisfare le crescenti richieste della nostra clientela, esigente e altamente consapevole.” Ogni giorno sono presenti nel programma cinque diverse attività meditative e fisiche che hanno lo scopo di armonizzare corpo e spirito. Gli esercizi di Vinyasa Yoga e Pranayama Kriya Yoga sono completati da meditazioni gong nonché da una dieta concepita appositamente da parte del Grace Restaurant.

“Lo yoga è adatto a tutti, per questo i principianti sono i benvenuti nel nostro retreat proprio come gli appassionati di yoga”, specifica Kate Percival, fondatrice e CEO della Grace Belgravia London. Inoltre, tutte le sessioni hanno luogo in base a una decisione volontaria e consapevole, in modo tale che ogni partecipante possa seguire il proprio ritmo individuale e infine non ne venga compresso il piacere di godersi la regione di Gstaad.

Yoga in the Mountains

Appuntamenti: dal 26 giugno al 1° luglio e dal 10 al 15 luglio 2016.

5 pernottamenti inclusi di pensione intera, 5 sessioni al giorno nonché un massaggio energizzante Jardin des Monts a partire da CHF 3’747 a persona.

One night at the Gstaad Palace

La dimora cinque stelle pubblica per la prima volta la sua compilation.

23.02.2016

“Da tempo immemorabile il Gstaad Palace vive di musica e grazie a essa”, così afferma Andrea Scherz, proprietario e general manager nella terza generazione. “Eleganti pranzi di gala con star mondiali come Louis Armstrong, Ella Fitzgerald e Marlene Dietrich fanno parte dei più brillanti eventi nella storia del nostro albergo, il club dell’hotel, GreenGo, festeggia quest’anno i suoi primi 45 anni e in alcune serate si esibiscono fino a cinque band diverse nell’albergo. Questa nuova compilation rispecchia la gioia di vivere che è parte integrante del Gstaad Palace.”

In stretta collaborazione con Jim Leblanc, resident DJ e art director del Gstaad Palace, è nata una selezione di stili contemporanei e classici accompagnati da un tocco di disco anni ’70 e ’80. Anche Leblanc, attivo da quasi 20 anni come compositore e produttore, è presente nella compilation con i suoi brani This feels like L.A. e Slow Down. “La passione per la musica è ciò che unisce me e Andrea – questo progetto ci sta molto a cuore e ha lo scopo di creare dei bei ricordi del Gstaad Palace.”

One night at the Gstaad Palace è disponibile da subito su iTunes Store per essere scaricato, la sua seconda edizione è prevista per il prossimo inverno.

Leading Legend, Borgo Egnazia e Gemology Cosmetics, novità al Gstaad Palace

27.01.2016

Ernst Andrea Scherz premiato come Leading Legend

In occasione del convegno annuale dei Leading Hotels of the World a Losanna e Montreux, Ernst Andrea Scherz, proprietario e direttore del Gstaad Palace nella seconda generazione, è stato premiato come Leading Legend per il suo operato nel consiglio direttivo. Durante il suo mandato durato 17 anni, dal 1973 LHW si è imposto come una delle più grandi collezioni di hotel di lusso del mondo e alla fine degli anni ’80 includeva più di 200 Leading Hotel a livello mondiale nonché filiali regionali negli USA, Europa, Asia, Australia e America Latina.

Borgo Egnazia con il suo ristorante La Frasca rappresenta la novità al Gildo's Ristorante

Noto ai media grazie al matrimonio di Justin Timberlake con Jessica Biel nell’ottobre del 2012, il nuovo resort diventò velocemente un nuovo emblema dell’Italia meridionale. Il suo ristorante La Frasca è un omaggio alla cucina pugliese basata su tradizioni rurali ben consolidate. Sotto la direzione di Domenico “Domenicone” Consoli, originario della Puglia, il suo team composto da 4 persone reinterpreta abilmente i piatti della tradizione mediterranea contadina per il Gildo's Ristorante a partire da questa stagione invernale.

Gemology Cosmetics, novità nella Palace Spa

L’effetto positivo dei minerali e dei microelementi proveniente dalle pietre preziose è oggi scientificamente provato e ha fatto il proprio ingresso nel campo del wellness. Gemology, una recente marca di cosmetici di Parigi impiega tale effetto benefico mediante l’utilizzo di 19 diversi minerali e completa con i suoi prodotti, trattamenti e massaggi l’offerta della Palace Spa. In questo modo, questa linea cosmetica è disponibile per la prima volta in un hotel di lusso svizzero.

Image movie Jim & Julie

Image movie Jim & Julie premiato con due delfini d’argento al 6° festival “Corporate Media & TV Awards” di Cannes.

19.10.2015

L’image movie “Jim & Julie” prodotto dal Gstaad Palace e dal regista bernese Steve Walker è stato premiato al 6° festival “Corporate Media & TV Awards” di Cannes al Palm Beach con due delfini d’argento. Così la clip pubblicata a maggio ha conquistato il secondo posto per ciascuna delle due categorie nominate, ovvero “migliore image movie” e “miglior corporate film”.

La competizione internazionale ha potuto fregiarsi quest’anno di 772 presentazioni provenienti da tutto il mondo, un numero da record, i cui migliori contributi sono stati premiati da una giuria di 60 esperti internazionali con trofei in bronzo, argento e oro. La director of sales & marketing, Melanie Horn, sotto la cui responsabilità è stato realizzato il progetto di dodici mesi, si è dimostrata lieta delle due vittorie: “Siamo orgogliosi del fatto che in qualità di impresa familiare siamo riusciti ad affermarci in un contesto internazionale e qualitativamente elevato accanto a film di grandi gruppi aziendali mondiali che dispongono certamente di budget notevolmente maggiori per tali progetti. La storia di Jim & Julie è rimasta sempre in primo piano e si è deciso consapevolmente di rinunciare al fattore commerciale, cosa che ha suscitato in maniera evidente il consenso della giuria.” Il gioco del gatto e del topo che caratterizza i protagonisti, nonostante alcune gaffe e grazie all’instancabile impegno di Stefano Bertalli – concierge da 13 anni nell’albergo – termina con un piacevole lieto fine.

Grazie al regista Steve Walker, nato a Gsteig, direttore della casa di produzione di Berna SAFRAN FILMS e dal comprovato successo internazionale grazie a film d’autore come “Buebe gö z'Tanz”, è stato possibile coinvolgere un artista cinematografico non convenzionale e allo stesso tempo familiare alla regione. “Grazie al suo legame con la città di Gstaad e naturalmente anche grazie al nostro albergo, abbiamo potuto realizzare la storia di Jim & Julie nella maniera più autentica possibile”, sottolinea Horn. Per cui non sorprende che i collaboratori dell’hotel abbiano assunto le loro mansioni anche nel film ed è stata intenzionale la scelta di non sostituirli con attori. Anche la cornice musicale è del tutto autentica, composta appositamente per il film dal compositore bernese Moritz Schneider.

What's your story?

Il Gstaad Palace inscena un nuovo e non convenzionale image movie.

09.10.2015

Il claim del film “What's your story?” rispecchia abilmente l’essenza del Grand Hotel ricco di tradizioni. “Il Gstaad Palace è una dimora ricca di emozioni e storie che hanno già riempito le pagine di diversi libri, tramandate sia dai nostri ospiti che dalla famiglia titolare degli Scherz attraverso le generazioni”, così riporta la director of sales & marketing Melanie Horn, sotto la cui responsabilità è stato realizzato il progetto. Anche la storia di Jim e Julie ha origine nell’albergo e nonostante alcune gaffe e grazie all’instancabile impegno di Stefano Bertalli – concierge da 13 anni nell’hotel – termina con un piacevole lieto fine.

Grazie al regista Steve Walker, nato a Gsteig, direttore della casa di produzione di Berna SAFRAN FILMS e dal comprovato successo internazionale grazie a film d’autore come “Buebe gö z'Tanz”, è stato possibile coinvolgere un artista cinematografico non convenzionale e allo stesso tempo familiare alla regione. “Grazie a Steve siamo riusciti a produrre un film che si distingue da ciò che è comune nel nostro settore e che racconta una storia vera, invece di essere una mera successione di immagini dell’hotel. “Grazie al suo legame con la città di Gstaad e naturalmente anche grazie al nostro albergo, abbiamo potuto realizzare la storia di Jim & Julie nella maniera più autentica possibile”, sottolinea Horn. Per cui non sorprende che i collaboratori dell’hotel abbiano assunto le loro mansioni anche nel film ed è stata intenzionale la scelta di non sostituirli con attori. Anche la cornice musicale è del tutto autentica, composta appositamente per il film dal compositore bernese Moritz Schneider.

Inaugurazione di successo della nuova Challenge Rally del Gstaad Palace

16 veicoli partecipanti degli anni 1956 fino al 1990.

16.09.2015

Lo scorso venerdì, i 32 partecipanti dalla Svizzera, Francia, Gran Bretagna, Grecia e Belgio sono partiti puntuali alle ore 16:31 davanti al Gstaad Palace, a intervalli di un minuto. Ad attenderli vi era un Rally for ambitious bon vivants di tre giornate per il quale bisognava superare due percorsi impegnativi, senza per questo comprometterne il lato piacevole dell’evento.

Il Gstaad Palace, con il suo Weekend des Vétérans, che da ormai 45 anni ha luogo a fine giugno, può fare riferimento a un’esperienza pluriennale nell’organizzazione di Oldtimerrally. Il proprietario dell’albergo nonché promotore dell’iniziativa rally, Andrea Scherz, che ha partecipato con entusiasmo e in prima persona a gare di rally alquanto impegnative come il Flying Scotsman scozzese, con la prima competizione del Gstaad Palace ha soddisfatto il desiderio più volte espresso di realizzare un ambizioso rally nell’Oberland bernese. Ad assisterlo Franco Lupi, di Gstaad con la sua esperienza di direttore di gare e proveniente dalla regione, il quale è riuscito a fare in modo che il Peking to Paris Motor Challenge 2013 facesse tappa a Gstaad. Circa 25 aiutanti volontari dell’hotel e provenienti dalla regione Saanenland hanno contribuito alla riuscita di questo fine settimana.

Thomas Maechler e il suo copilota Jürg Saegesser dalla Svizzera si sono infine aggiudicati la vittoria con la loro Aston Martin DB6 Vantage del ’66 e oltre alla coppa a loro dovuta hanno ricevuto ciascuno un orologio da tavola della manifattura Audemars Piguet, che ha sostenuto l’evento di tre giornate come sponsor principale insieme alla casa d’aste di Londra Bonhams. La seconda competizione del Gstaad Palace ha luogo dal 26 al 28 agosto del 2016.

Romuald Bour nominato direttore del Gstaad Palace

Come riconoscimento per la sua attività pluriennale e meritevole di vicedirettore, Romuald Bour è stato nominato da subito direttore del Gstaad Palace.

15.01.2015

Come riconoscimento per la sua attività pluriennale e meritevole di vicedirettore, Romuald Bour è stato nominato da subito direttore del Gstaad Palace. Andrea Scherz, proprietario nella terza generazione di quello che è l’emblema della città di Gstaad, resta ancora fedele alla propria funzione di general manager.

In qualità di albergatore diplomato all’Ecole Hotelière Strasbourg con soste in Inghilterra, Austria e Svizzera, il direttore di origini alsaziane possedeva già solide esperienze nel settore degli alberghi di lusso quando assunse il titolo di tesoriere nel Palace Hotel di Gstaad nel 1999. Già nel 2001 arrivò la prima sfida come F&B manager e nel 2008 infine come vicedirettore. Dal 2011, Bour ha proseguito con una formazione permanente post diploma delle scuole superiori di specializzazione durata un anno e mezzo, nell’ambito dell’hotel management a Berna.

“Anche dopo 15 anni, ogni giorno sono entusiasta delle novità e orgoglioso di poter lavorare in questo luogo speciale. Con i nostri collaboratori e i nostri fedeli clienti fissi formiamo una famiglia che crea un’atmosfera ineguagliabile”, così afferma l’albergatore 37enne. Andrea Scherz si ritiene fortunato di poter contare su Bour anche dopo tanti anni di servizio: “Romuald è il mio braccio destro nel settore operativo. Egli ha compreso perfettamente e da subito la filosofia della famiglia Scherz, realizzandola attualmente giorno per giorno con tanto impegno.” Oltre alla sua attività nell’hotel, Bour è attivo nel consiglio direttivo dell’associazione degli albergatori di Gstaad nonché nel comitato organizzativo dell’Hublot Polo Gold Cup di Gstaad e del Rallye des Vétérans. “La qualità della vita a Gstaad ha sicuramente contribuito al fatto che io mi senta fortemente legato a questo luogo. È per me un privilegio veder crescere i miei due figli in un ambiente sicuro e allo stesso tempo così stupendo.”

Newsletter